Blog

3 Mag 2018

Farmacia digitale: una nuova piattaforma per la regione Toscana

//
Comments0

Grazie alle nuove tecnologie, anche il settore farmaceutico ha accolto numerose innovazioni, tra cui la farmacia digitale. Nasce infatti in Toscana una nuova piattaforma logistico-digitale, che permetterà alle imprese produttrici di farmaci del Centro Italia di ridurre i costi di logistica e l’impatto ambientale dovuti a una lunga catena di distribuzione e immagazzinamento. Obiettivo: una farmacia sempre più digitale, efficiente e vicina alle esigenze della propria clientela.

 

LA FARMACIA DIGITALE DIVENTA REALTA’

Sempre più spesso si richiede alle aziende farmaceutiche e alle farmacie una digitalizzazione dei propri servizi, che consenta ai clienti una migliore e più rapida soddisfazione dei propri bisogni. Velocità negli ordini e nelle consegne di farmaci, ma anche una comunicazione digitale e interattiva per far conoscere i servizi alla propria clientela, sono tra i punti principali.

Anche a Cosmofarma, evento leader per l’healthcare tenutosi a Bologna dal 20 al 22 aprile, è emersa l’importanza della digitalizzazione sia dei servizi offerti che della comunicazione da parte delle farmacie.

La farmacia digitale non è quindi una soluzione futura, ma un’idea che vive nel presente e che trova spazio nel mercato attuale. Una novità che grazie agli accordi come quello firmato in Toscana consentirà di rendere il settore più innovativo e competitivo.

 

UN HUB DIGITALE PER MIGLIORARE LA LOGISTICA FARMACEUTICA

L’iniziativa, promossa dalla Regione Toscana e dal Ministero dello Sviluppo Economico, ha come principale obiettivo rendere più snella e veloce la logistica del settore farmaceutico. Assieme ai due poli già esistenti di Milano e Roma, diventerà il punto di riferimento per l’intera area dell’Italia centro settentrionale.

Situato nel Comune di Collesalvetti, all’interno dell’interporto livornese “Amerigo Vespucci”, l’hub impiegherà circa 115-120 addetti in varie posizioni (ingegneri gestionali, informatici, manager di logistica ed esperti di laboratorio bio-farmaceutici). Il progetto, così sviluppato, permetterà di ridurre i costi logistici annuali di 60 milioni di euro, rendendo più snella la filiera farmaceutica.

Entro la fine dell’anno è prevista la firma dell’accordo definitivo sulla piattaforma farmaceutica digitale e di un secondo accordo, invece, relativo all’innovazione tecnologica che andrà a supportare tale piattaforma.

Quella sviluppata dalla Regione Toscana è un’iniziativa significativa per il settore, che vede coinvolte aziende nazionali e multinazionali che operano da anni nel territorio italiano e che renderà il settore farmaceutico più competitivo anche a livello europeo.