Blog

22 Mar 2018

La farmacia online: aprire e gestire l’e-commerce farmaceutico

//
Comments0

Nell’era del web e dei social media, anche il mondo della farmacia necessita di aprirsi a nuovi canali di vendita e di contatto con il cliente. Così sempre più farmacisti scelgono di aprire un canale parallelo a quello della farmacia fisica: si tratta della farmacia online, con particolare attenzione all’e-commerce.

Da novembre 2017 a gennaio 2018, sono state oltre 4 milioni le ricerche online effettuate in Italia e finalizzate all’acquisto di prodotti rientranti nella categoria “Salute e bellezza”. Dati in linea con quelli registrati anche a livello europeo e globale e che spiegano perché sempre più farmacisti decidono di puntare sui canali online: in soli 2 anni gli esercizi autorizzati dal Ministero della Salute alla vendita online di medicinali è salito da 5 a 629 (fonte dati: Farmacianews.it).

Aprire una farmacia online: i requisiti

Oggi le farmacie possono vendere online numerosi prodotti, come cosmetici, integratori e medicinali senza obbligo di prescrizione, ma ci sono alcune linee guida che ogni titolare deve seguire per poter sbarcare sul web.

Tra i requisiti previsti della normativa, si rivelano infatti necessari:

  • licenza di farmacia;
  • un punto vendita fisico sul territorio, dal quale dovranno partire le spedizioni;
  • autorizzazione dell’Autorità regionale competente;
  • logo identificativo nazionale;
  • iscrizione all’elenco dei siti, delle farmacie e para-farmacie autorizzate alla vendita sul web sul sito del Ministero della Salute.

Inoltre, per quanto riguarda i medicinali, il prezzo di vendita dovrà essere lo stesso per la vendita online e quella in farmacia.

L’e-commerce online: rischi e opportunità

Molti farmacisti vedono la farmacia online come un’opportunità per accedere a mercati internazionali o per fornire ai propri clienti un servizio più rapido e completo. È facile però incorrere in alcuni errori, soprattutto per quanto riguarda la gestione dell’e-commerce.

Il primo è quello di non dedicare abbastanza attenzione alla farmacia online, la quale dovrebbe essere gestita da personale competente. In quest’ottica, è fondamentale porsi degli obiettivi concreti e misurabili, risultato di un’attenta analisi del proprio contesto di riferimento e del monitoraggio dei competitors.

Inoltre, è importante pensare all’e-commerce come ad una piattaforma complementare ad altri tipi di servizi, come ad esempio la prenotazione di esami, di medicinali o l’organizzazione di giornate a tema dedicate alla salute.

La multicanalità per la farmacia online

Quando parliamo di web è fondamentale ricordare il valore della multicanalità. Quando un farmacista decide di aprire la propria farmacia online deve tenere conto di una serie di canali che dovrebbero essere affiancati all’e-commerce al fine non solo di incrementare le vendite, ma anche di fidelizzare il cliente.

Il blog ad esempio può diventare uno strumento importantissimo se gestito nella maniera corretta, attraverso la creazione di contenuti di qualità. Un blog di settore farmaceutico infatti, oltre a portare i potenziali clienti sul proprio e-commerce, può diventare un canale utilissimo per fornire informazioni dettagliate sui propri prodotti, ma anche per offrire ai lettori articoli informativi in tema di salute.

Insieme al blog vanno creati poi i canali social dedicati, all’interno dei quali promuovere non solo gli articoli del blog, ma per i quali è importante anche creare contenuti originali. I social sono fondamentali anche per rendere il rapporto con il cliente più immediato e diretto, curando costantemente la customer care.

Un altro aspetto da non trascurare è quello degli investimenti in pubblicità: programmare campagne Adwords per il posizionamento su Google così come sui social è fondamentale e costituisce un’attività che deve andare di pari passo con la creazione di contenuti e la gestione dei profili social della farmacia online.