Blog

15 Giu 2017

Farmaci orfani: mercato in forte crescita

//
Comments0

I farmaci orfani sono i medicinali utili per trattare malattie rare, definite tali per la loro bassa frequenza nella popolazione.

Secondo il quarto rapporto “EvaluatePharma Orphan Drug Report 2017”, il settore è dominato dalle big pharma, le più grandi multinazionali del farmaco. Il 2016 le designazioni come farmaco orfano accettate da FDA (333, -6%) hanno subito un calo, bilanciato però dal numero record di domande ricevute dall’Agenzia regolatoria americana (582, +23%). Nel 2016 in Europa le designazioni come farmaco orfano sono cresciute del 9% (208).

Proprio per questo governi e payer globali stanno dando sempre più rilievo ai prezzi dei nuovi farmaci orfani.

Il rapporto stima che il mercato dei farmaci orfani nel 2022 raggiungerà i 209 miliardi di dollari (+11,1% CAGR nel periodo 2017-2022). Queste cifre faranno sì che la crescita complessiva del mercato su prescrizione raddoppi. Nel 2022 i farmaci orfani dovrebbero andare a coprire il 21,4% delle prescrizioni effettuate a livello globale, senza considerare quelle relative ai generici.

“EvaluatePharma Orphan Drug Report 2017” ha monitorato circa 5 mila aziende farmaceutiche e biotech a livello globale. Il rapporto sostiene che per i farmaci orfani si possa ancora giovare di incentivi importanti.

In Europa sono meno di cinque casi ogni 10 mila persone i pazienti ai quali far riferimento per la designazione dei farmaci per le malattie rare; negli Stati Uniti il numero è minore di 200 mila.

L’esclusività di mercato dopo l’approvazione del farmaco da parte delle autorità regolatorie è di dieci anni in Europa, di sette negli Stati Uniti.

Secondo il report, nel 2022 i farmaci orfani dovrebbero contare per il 55% del valore cumulativo delle pipeline delle aziende europee.

Leave a Reply

quattordici − dodici =