Blog

29 Mar 2017

In crescita il mercato della nutraceutica in Italia

//
Comments0
/

Il mercato della nutraceutica (prodotti farmaceutici di origine più che altro vegetale) ha registrato una forte crescita sin dal 2014 e, in Italia, fa totalizzare 41 euro di spesa pro capite. 

L’Italia diventa così il primo paese in Europa per spesa di prodotti nutraceutici dopo Austria, Belgio e Francia. Il mercato della nutraceutica, infatti, continua a guadagnare terreno dal 2014 con una crescita del +7,4% tra farmacia, parafarmacia e mass market, diventando quindi un importante filone strategico nel mercato del Consumer Health.

A rilevare questi importanti dati è QuintilesIMS Italia, società italiana e leader nell’offerta integrata di informazioni e tecnologia per il mondo della salute, che sottolinea come l’Italia si collochi al primo posto per spesa pro capite per quello che riguarda i prodotti nutraceutici. Un dato molto importante per il mercato del Consumer Health che, rispetto al 2015, ha registrato una perdita del -1% ma che non ha toccato invece il settore della nutraceutica che invece continua a registrare una crescita e soprattutto per quello che riguarda i prodotti come multavitaminici, integratori gastro-intestinali e gli integratori cardiovascolari. Non da meno anche tutti i prodotti nutraceutici dedicati al sistema urinario e al settore dei ricostituenti.

Un mercato, quello della nutraceutica, che ha portato ad un sell-out di circa 230 milioni di euro e che è cresciuto anche e soprattutto grazie al ruolo stesso dei medici che, sempre di più, consigliano ai loro pazienti l’utilizzo di prodotti nutraceutici. Sia specialisti (pediatri e ginecologi sono tra quelli che maggiormente consigliano questo tipo di prodotti ai propri pazienti) sia generici, infatti, tendono a raccomandare questi prodotti ai loro assistiti ed arriva quasi al 90% la percentuale di MMG che dichiara di consigliare food supplement nella propria pratica quotidiana.

Leave a Reply

tredici − sei =