Blog

17 Giu 2016

Biomedicale e Farmaceutico: la situazione dei crediti vantati nei confronti del SSN

//
Comments0

La situazione dei crediti vantati dai settori biomedicale e farmaceutico nei confronti della Pubblica Amministrazione potrebbe peggiorare nei prossimi mesi. Questo è ciò che riporta
uno studio elaborato da Farmindustria e Assobiomedica, le associazioni che racchiudono alcuni tra i principali fornitori del Servizio Sanitario Nazionale per quanto riguarda l’industrie del farmaco e del biomedicale. I dati raccolti hanno dimostrato come i tempi e la quantità dei rimborsi siano ancora molto elevati. La situazione più critica, infatti, è rappresentata dalle ASL e dagli ospedali del Sud Italia dove i ritardi per rimborsare le società fornitrici possono arrivare fino a 650 giorni, rispetto a una media nazionale di circa 123 giorni.

Le fatture in sospeso del Servizio Sanitario Nazionale nei confronti dei fornitori dei settori biomedicale e farmaceutico ammontano a circa 5,5 miliardi di euro e, secondo le stime, potrebbero esserci ritardi per saldarle di addirittura quattro o cinque mesi.
Per quanto riguarda le direttive, l’Unione Europea impone 60 giorni di ritardo massimo nei pagamenti; ciò dimostra la carenza della situazione italiana, nonostante i molteplici sforzi fatti negli anni passati per adeguarsi agli standard europei e agli altri stati.

Rispetto a quattro anni fa, comunque, la situazione è migliorata al punto da aver dimezzato i tempi di attesa (secondo le statistiche si aggiravano intorno ai 300 giorni di media) ma non è ancora abbastanza per poter garantire alle imprese che lavorano con il Servizio Sanitario Nazionale di poter investire con maggiore serenità.

Oltre alle iniziative governative, come i fondi per sbloccare i debiti delle PA, un sostegno concreto per le aziende può arrivare dagli istituti di credito attraverso la formula del factoring: uno strumento finanziario che permette di ricevere con tempi più rapidi la liquidità da reinvestire, aggirando così l’ostacolo dei lunghi tempi d’attesa da parte di Ospedali e ASL.

Per maggiori informazioni sul Factoring per le imprese del settore biomedicale e farmaceutico, rivolgiti ai consulenti di Banca IFIS Pharma per trovare la soluzione ottimale.

 

 

 

Leave a Reply

diciotto − 15 =