Blog

27 Mag 2016

Le novità del Ddl Omnibus: quali news per i professionisti della sanità

//
Comments0

Dopo un’attesa di tre anni, il disegno di legge governativo Omnibus, del ministro Lorenzin, ottiene il via libera dal Senato.

Il Ddl Omnibus, che attribuisce deleghe al governo in materia di sperimentazione clinica dei medicinali, di aggiornamento dei livelli di assistenza e di disposizioni per il riordino delle professioni sanitarie, dovrebbe introdurre alcune novità in molteplici ambiti del Sistema Sanitario Nazionale.

Il provvedimento è stato accolto con entusiasmo dal presidente della Federazione degli Ordini dei Farmacisti, il senatore Andrea Mandelli, che sottolinea l’importanza dell’intervento di aggiornamento. Figure come il biologo, il fisico, il chimico ad esempio, sono diventate parte integrante del processo di cura e tutela della salute ed è giusto che venisse loro riconosciuto lo status di professionisti della sanità. Inoltre, grazie al disegno legge, vengono riconosciute come professioni le figure del chiropratico, osteopata e agopuntore.

Un’altra misura importante è, senza dubbio, quella che consente alle altre professioni – fatta eccezione per quelle che possono già prescrivere medicinali – di stipulare accordi con i farmacisti, per poter esercitare l’attività sanitaria presso le farmacie di loro proprietà.

Grazie a questa norma, infatti, il progetto di creazione di centri polifunzionali, che consentono da un lato la riduzione dei costi per i professionisti e dall’altro la possibilità di offrire servizi a tutto tondo ai clienti,  risulterà sempre più fattibile rendendo le farmacie un primo centro di assistenza per i pazienti, più di quanto avveniva fino ad ora.

Leave a Reply

sette − 7 =