Blog

factoring ssn
5 Mag 2016

Il Factoring e i Grandi Fornitori del SSN

//
Comments0

Quando un’impresa lavora con un ente della Pubblica Amministrazione, come il Servizio Sanitario Nazionale, in molti casi deve attendere diverso tempo prima di ricevere il pagamento previsto. Nonostante la situazione sia migliorata negli ultimi anni, restano sempre delle difficoltà da parte di questi enti a saldare i debiti nei confronti dei fornitori. Quindi, per andare incontro alle necessità delle aziende che collaborano con le ASL e gli ospedali, alcuni istituti bancari hanno esteso lo strumento del Factoring. Esistono, infatti, delle realtà come Banca IFIS Pharma in grado di offrire una soluzione per i grandi fornitori operanti all’interno del settore farmaceutico-sanitario che vantano crediti nei confronti delle ASL e che necessitano di tutelarsi dal rischio di pagamenti posticipati.

  • Come funziona il factoring per i grandi fornitori del SSN?
    Così come già avviene per le PMI, anche le grandi aziende che operano nel settore farmaceutico-sanitario che vantano crediti con il Servizio Sanitario Nazionale possono cederli alla banca ricevendo un finanziamento che prevede l’anticipo dell’importo ceduto.
  • Quali sono i vantaggi del factoring?
    Oltre a tutelarsi dai possibili ritardi nei pagamenti da parte della ASL, le imprese si ritrovano liquidità in tempi più brevi per favorire la pianificazione e gli investimenti futuri, oltre a ridurre l’insolvenza e migliorare i flussi finanziari.

Considerando che attualmente la spesa farmaceutica è una percentuale rilevante dei debiti delle Pubbliche Amministrazioni verso le imprese, il factoring risulta essere una soluzione ideale per rispondere rapidamente alle esigenze delle aziende.

 

 

Leave a Reply

cinque + 18 =