Blog

ddl concorrenza fascia c
16 Mar 2016

DDL Concorrenza: ancora discussioni sui farmaci di Fascia C

//
Comments0

Continuano le discussioni sul DDL Concorrenza attualmente in analisi presso la Commissione Industria al Senato. A far discutere, in particolare, sono gli emendamenti sulla Fascia C, ormai stralciati, e la necessità, sostenuta dai farmacisti, di imporre una percentuale di iscritti all’albo dei professionisti nel capitale sociale delle farmacie di proprietà di persone giuridiche.

A far discutere, inoltre, c’è anche il tema legato ai medicinali di Fascia C, cioè quelli la cui spesa è totalmente a carico del cittadino ma che non possono essere acquistati senza prescrizione del medico curante. In questa fascia, quindi, si trovano i farmaci che curano patologie di lieve entità o, comunque, non considerati essenziali o salvavita e che contano, in Italia, il 30 per cento in più rispetto ai farmaci di automedicazione già liberalizzati. Rientrano in questa fascia, ad esempio, gli antidolorifici, gli antinfiammatori, gli analgesici, gli anticoncezionali e gli antidepressivi.

Dopo lo stralcio degli emendamenti al DDL Concorrenza, infatti, non si placano le polemiche legate al conseguente blocco della liberalizzazione dei farmaci di Fascia C che, quindi, non potranno essere venduti al di fuori delle farmacie.

Da un lato c’è chi sostiene che i medicinali di Fascia C, in quanto venduti sotto prescrizione medica, debbano essere trattati come quelli di Fascia A e somministrati esclusivamente da personale che lavora all’interno di una farmacia. All’opposto, invece, c’è chi sostiene che liberalizzare la vendita dei farmaci di Fascia C al di fuori delle sole farmacie, quindi ad esempio alle parafarmacie, possa essere una via per dare nuovo impulso al settore aumentando la concorrenza.

Alla luce di queste discussioni e dei continui emendamenti che vengono presentati alla discussione sul DDL Concorrenza, non resta altro che stare a guardare per capire quali saranno le modifiche alla norma che effettivamente verranno accolte nella nuova versione del disegno di legge.

Leave a Reply

10 + quindici =