Blog

18 Dic 2015

Novità sul 730 Precompilato

//
Comments0

L’introduzione del 730 Precompilato è stata una tra le innovazioni fiscali più rilevanti degli ultimi anni e, in queste ultime settimane, alcuni novità hanno riguardato proprio questo tema.

In primis la legge di Stabilità 2016, dove è passato all’esame della Camera l’emendamento che prevede la non applicazione di sanzioni in caso di lieve ritardo o di errata trasmissione dei dati relativi al 2014, collegati al primo anno di applicazione della normativa, a condizione che l’errore non abbia determinato una indebita fruizione di detrazioni o deduzioni nella dichiarazione precompilata.

In secondo luogo, entro la fine di questo mese, sarà operativo SSOL – Spese sanitarie on line- la piattaforma di Federfarma a disposizione delle farmacie per inviare a Sogei gli scontrini fiscali destinati al 730 precompilato.

Con il decreto legislativo del 21 Novembre 2014 relativo al 730 precompilato si è introdotto l’obbligo per le strutture sanitarie, comprese anche le farmacie, di inviare i dati relativi alle prestazioni erogate nel 2015 detraibili o deducibili dal reddito.

Tramite la piattaforma SSOL le farmacie potranno scegliere se trasmettere personalmente i dati oppure affidare la mansione alle proprie associazioni di categoria. In questo caso, dovranno accedere all’area riservata del Sistema TS e procedere con la delega. Le rappresentanze territoriali dovranno accedere all’area riservata del Sistema TS, accettare le deleghe e creare un elenco che dovrà essere inviato per raccomandata o Pec alla Ragioneria generale dello Stato. Il file inviato dalla farmacia “delegante” verrà verificato dalla piattaforma SSOL e, in caso positivo, mandato al Sistema Ts di Sogei.

Le farmacie che non provvederanno alla delega potranno comunicare direttamente al Sistema Ts in autonomia. Il decreto ministeriale 31 Luglio 2015 richiede di comunicare e trasmettere i dati ogni 12 mesi, entro il mese di Gennaio dell’anno successivo a quello di riferimento.

Il sistema, che sarà completato a fine del 2015, permetterà di coprire gli scontrini del 2016. In merito al 2015, la richiesta della Agenzia delle entrate e del ministero delle Finanze, prevede che le farmacie trasmettano appena possibile i dati racconti dai loro gestionali.

Leave a Reply

tre × 1 =