Blog

10 Dic 2015

Farmacie e Digitale: sempre più connessi

//
Comments0

In un mercato sempre più digital, anche nel settore farmaceutico continua una costante crescita digitale con due ultime innovazioni introdotte: l’applicazione “latuafarmacia” e il nuovo bugiardino digitale.

Lanciata da Federfarma nei giorni scorsi, “latuafarmacia” è una nuova applicazione per smartphone che permette ai cittadini di individuare la farmacia di turno o aperta più vicina nella propria città. Disponibile attualmente solo su alcune città quali Monza, Milano e Lodi, l’app fornisce informazioni sulla farmacia più vicina, notizie su orari e indicazioni dei servizi offerti. L’aggiornamento dei dati è affidato agli stessi titolari di farmacie: le informazioni sono direttamente inserite da questi, garantendo così un aggiornamento reale e tempestivo delle informazioni riportate.

La seconda importante innovazione di queste ultime settimane è il bugiardino digitale, sistema studiato dalla Federazione degli Ordini dei farmacisti italiani (FOFI) con il patrocinio dell’Agenzia Italiana del farmaco (AIFA). Si tratta di un’applicazione che permette di ricevere sul proprio apparecchio il foglietto illustrativo aggiornato qualora il farmaco acquistato preveda un bugiardino aggiornato.

L’introduzione del bugiardino digitale nasce dall’esigenza di risolvere una problematica che ricadeva non solo sul farmacista ma anche sul cittadino: l’aggiornamento del foglietto illustrativo di un farmaco.

In passato quando un’azienda farmaceutica modificava il foglietto illustrativo di un medicinale, il farmacista doveva consegnare i prodotti in possesso non aggiornati che andavano poi distrutti e attendere i nuovi medicinali aggiornati. A questa procedura dispendiosa era stato apportato un aggiornamento già con la Finanziaria del 2014 che prevedeva fosse compito del farmacista fornire al cittadino, al momento dell’acquisto del farmaco con bugiardino non aggiornato, copia del foglietto illustrativo aggiornata, comportando così rallentamenti nell’esercizio dell’attività per il farmacista.
L’introduzione del bugiardino digitale rivoluziona questo meccanismo.

Nelle farmacie dotate del giusto gestionale, sarà possibile utilizzare questa applicazione: scansionando il codice a barre del farmaco con foglietto illustrativo non aggiornato, arriverà un allert al farmacista il quale dovrà semplicemente inviare al paziente il nuovo bugiardino o sullo smartphone (se l’utente lo possiede) o tramite email. Qualora il paziente non fosse in possesso di nessuna tecnologia, si procederà alla stampa del nuovo bugiardino.

I vantaggi dell’introduzione di questa applicazione non coinvolgono solo il farmacista che vede ottimizzato il suo tempo con un abbattimento dei costi. Anche i benefici lato paziente sono evidenti. Per accedere al servizio – raggiungibile sia tramite app sia in versione web – sarà necessario solo il codice fiscale e una login (email e password). Il paziente potrà informarsi in qualsiasi momento sui farmaci, verificando anche eventuali bugiardini persi di altri medicinali in suo possesso.

Due nuove applicazioni che evidenziano come il digitale può essere di supporto per lo sviluppo di progetti volti ad aiutare il rapporto tra farmacista e paziente.

Leave a Reply

5 × 2 =