Blog

ddl concorrenza farmacie
8 Ott 2015

Un nuovo passo per il DDL Concorrenza

//
Comments0

La Camera ha dato il via libera al DDL concorrenza che ora passerà all’esame del Senato.

Nel passaggio alla Camera, il DDL concorrenza ha visto confermati alcuni passaggi che erano già stati ipotizzati nelle fasi di consultazione precedenti all’arrivo in aula.
Punto centrale di discussione anche in questo step è stato il tema legato alla vendita dei farmaci: è stata confermata la bocciatura relativa alla possibilità di vendita dei farmaci di fascia C al di fuori delle farmacie.

Su questa tematica le posizioni erano differenti e rimangono ancora critiche tra le parti. Lo scontro era focalizzato non solo sulla reale convenienza della liberalizzazione ma anche sulle modalità di attivazione legata alle parafarmacie.

E’ stata invece introdotta una modifica al testo dove si riconosce la possibilità di trasferimento della farmacia presente in piccoli comuni (sotto i 6.600 abitanti) ove le farmacie risultano in sovrannumero rispetto alla popolazione presente, prevedendo la procedura del concorso straordinario e sulla base di una graduatoria regionale per titoli che consideri anche l’ordine cronologico delle richieste di trasferimento presentate.

Altri punti trattati sempre dall’articolo 32 riguardano l’acquisto da parte di società di capitale e l’elasticità degli orari delle farmacie. Nel primo caso, nelle società che potranno acquistare e gestire farmacie non potranno essere presenti persone che svolgano altre attività nel settore della produzione e informazione scientifica né esercitare la professione medica. Per quanto riguarda invece gli orari, si conferma l’obbligo di comunicare sia all’autorità sanitaria che alla clientela eventuali prolungamenti di orari e turni della farmacia.
Non resta quindi che aspettare il passaggio al Senato dove giocheranno un ruolo importante le posizione interne favorevoli e contrarie ai punti principali del DDL.

Leave a Reply

cinque × 1 =